D I S T I C O

EMANUELE GATTO

INTERVENTi ARTISTICi IN SPAZI RURALI ABBANDONATI

A CURA DI COSIMO CAROPPO

1^ EDIZIONE SALENTO, ESTATE 2023

D I S T I C O è un’azione che traccia un solco profondo nell’ambiente in cui si esprime.
Le opere su tela, poster, audio escono dalle mura per prendersi cura di uno spazio senza cura. Per portare al centro del discorso la periferia delle periferie, lo scarto dello scarto.
E mentre vanno in giro, si interrogano su come questo stridere col proprio ambiente generatore ha creato le condizioni per farle esistere. Sono una denuncia spietata di un habitat dIstico, binario, dalla soffocante staticità.
L’intervento artistico in quanto tale costituisce un errore di riproduzione in un andamento continuo e seriale. Un salto di trascrizione. L’essenza per una variazione evolutiva.
E così vaga e colpisce la grettezza con l’esistenza.
Sarà lo spazio rurale, antecedente ad ogni giudizio, grado zero di una società stratificata, ad essere, della transumanza, testimone muto.

D’incerti flussi s!derali

 

nel profondo delle cavità natante

Ecco il Corpo

esprime frequenze visibili

Marc!sce rugg!sce R!nasce

 

Ferito impagliato in certificate opinioni

 

Saett4 perforante l’oggi come fosse futuro

 

Illuso d1 muoversi

Fermo muore

 

Da simbologie bruci4ta

Carne da consumare

Fibra !nerte maleodoran7e.

Quarto vest!to di sguardi, posa

Parlar non osa

Muta, che non mu7a

 

 

 

Da7membrane7fluidi7trasudanti7in7lesioni7dimoranti

Abito7sulla7Carne7linfa7nel7Corpo

Di7dentro7di7fuori7la7confusa7identità

 

Fluido7l’altro:attraversa7vive7si7riversa

 

Scoglio7Salva7inc4glia

 

 

 

D1sTrat7o arIdo inosp!tale inadaTto g1à det7o Humus genera7ore d’!nterro7ta ratif!ca

 

sta7!cod1s7!cobin4r!smo1m-p3RfeT7o

 

 

Ma lo Scar7o avanza nell’incer7ezza del potere. S! insinua e sc1vola depositando una variazione

1n eredità a ciò che pare eterno, lascia un seme evolutivo, una 7racc!a di pass4ggio, la s7oria d! una presenza